Come arrivare in aeroporto in tempo: 4 sistemi top per te

Con i mezzi pubblici

Molti scelgono di arrivare all’aeroporto Milano Malpensa utilizzando i mezzi pubblici che sono una buona soluzione. Il problema, in questo caso, è legato al numero di cambi: se parti da lontano sarai costretto a afre più cambi con il rischio di perdere una coincidenza se il tuo treno dovesse essere in ritardo, cosa che purtroppo capita spesso, soprattutto sui treni regionali meno costosi.

Con il taxi

Una buona soluzione per raggiungere in tempo l’aeroporto è prendere un taxi, soprattutto se sei già abbastanza vicino all’aeroporto di Milano Malpensa. Il taxi è un buon mezzo dove alla guida trovi un professionista che conosce bene i percorsi migliori e meno trafficati. Il rischio è quello legato al prezzo: se parti da molto lontano, rischi di over pagare più il taxi del biglietto aereo.

Un passaggio da un amico

Puoi sempre chiedere a un amico di accompagnarti ma non sempre è possibile. Innanzitutto, devi trovare qualcuno di disponibile che abbia parte della giornata libera per poterti accompagnare. Inoltre, se dovessi partire la sera tardi o la mattina presto costringi il tuo amico o il tuo aprente ad alzarsi molto presto o a farsi il viaggio di ritorno da solo in piena notte.

Con la tua automobile

Il sistema migliore per raggiungere l’aeroporto di Milano Malpensa senza il rischio di arrivare tardi è perdere la tua macchina. L’unico problema è dove parcheggiarla mentre sei in viaggio. È sconsigliassimo parcheggiare in aeroporto perché lì le tariffe sono davvero molto salta. La soluzione che fa al caso tuo al trovi grazie alle molte compagnie che sorgono nei pressi dell’aeroporto Milano Malpensa. Trova il parcheggio Malpensa che fa al caso tuo dove posteggiare la tua macchina prendere il bus navetta gratuito per raggiungere il terminal. In un parcheggio Malpensa la tua automobile è sorvegliata e non c’è alcun rischio. Al tuo ritorno, troverai il bus navetta che nel giro di pochi minuti ti riporta al parcheggio Malpensa dove puoi ritirare la tua macchina immediatamente.

I 3 motivi per cui è pericoloso girare con il parabrezza scheggiato

Il rischio di incidenti

Il rischio più grande di girare con il parabrezza scheggiato è quello di provocare un incidente. Un vetro in questo stato può rompersi da un momento all’altro a causa di diversi fattori, come per esempio i rallentatori per il controllo della velocità che provocano delle sollecitazioni forti al veicolo. La crepa sul parabrezza può ingrandirsi anche per via delle temperature fredde o anche di una pioggia forte. La pressione dell’aria. Infine, è la causa principale della rottura dell’interno parabrezza: se sei in corsa e il vetro si spacca del tutto, sei investito dall’aria e potresti perdere il controllo del veicolo e andare a sbattere.

La visibilità ridotta

Con il parabrezza scheggiato potresti avere una ridotta visibilità della strada che non ti permette di guidare al meglio. Il problema si aggrava soprattutto di notte: una scheggiatura sul vetro del parabrezza potrebbe coprirti la presenza di un’automobile o di una persona. È di fondamentale importanza avere un’ottima visibilità per poter vedere con chiarezza che cosa succede sulla strada: automobili che si immettono nella carreggiata, altri veicoli che circolano nel senso opposto, motorini che sorpassano a destra, bicilette che fanno slalom nel traffico per non parlare poi dei pedoni che a volte si lanciano in strada per attraversare.  Anche una piccola svista può essere la causa di un indicente se non procedi subito con la sostituzione vetri auto Roma e dintorni.

La contravvenzione e la perdita di punti sulla patente

Dato che girare con il parabrezza scheggiato è molto pericoloso per te ma anche per gli altri che circolano sulla strada, il vigile può farti subito una bella multa, così sarai costretto a pagare sia la sostituzione vetri auto Roma che la multa. la contravvenzione per avere il vetro del parabrezza ridotto male può anche prevedere la decurtazione dei punti dalla patente. Se hai già pochi punti rimanenti sulla patente, potresti arrivare a zero punti e ciò comporta il ritiro della patente stessa.

Carta colorata in ufficio: ecco come usarla

Spesso negli uffici vengono ordinati diversi prodotti di cancelleria e non è raro che tra le risme di carta ce ne siano alcune di colorate. Ma la carta colorata in ufficio come può essere utilizzata? Non certo per realizzare documenti ufficiali e importanti, ma nemmeno per fare scarabocchi o prendere appunti visto che ha un costo da non sottovalutare! Come usare allora al meglio la carta colorata in ufficio, in modo da renderla funzionale grazie alla sua caratteristica peculiare, ossia il colore appunto? Vediamo quali sono gli utilizzi più intelligenti che se ne possono fare.

Il planner con la carta colorata

Uno degli utilizzi più funzionali della carta colorata è quella che prevede la creazione di un planner: se dovete segnare una serie di appuntamenti e classificarli in base a determinati parametri, con la carta colorata sarà tutto più facile! Il metodo dei colori è davvero molto valido, soprattutto per coloro che hanno una memoria visiva: una volta che ad esempio al rosso verranno assegnati gli appuntamenti importanti, sarà molto più veloce ed intuitivo ricordarsene e riconoscerli.

Avanzi di carta colorata? Abbelliamo l’ufficio!

Se avete degli avanzi di carta colorata, potete utilizzarli per creare delle decorazioni per il vostro ufficio e rendere così l’ambiente più piacevole per voi e i vostri colleghi. Con la carta si può realizzare di tutto, ma naturalmente dovrete mantenervi piuttosto sobri quindi attenti a non esagerare con le decorazioni: siete pur sempre in un luogo di lavoro! Potete ad esempio creare dei fiori colorati e posizionarli in un barattolo o in un vecchio portapenne: daranno quel tocco di colore in più che in ufficio non guasta mai!

Presentazioni d’effetto

Non riuscite ancora ad andare d’accordo con la tecnologia e anche durante corsi e presentazioni non potete fare a meno della classica dispensa cartacea da consegnare ai vostri collaboratori? La carta non sarà mai superata, nonostante oggi si tenda sempre più a soppiantarla con l’utilizzo di monitor, tavolette grafiche e via dicendo. Se quindi preferite creare una dispensa cartacea, la carta colorata vi tornerà utilissima e renderà il vostro lavoro meno monotono e noioso.