Scarpe per bambini: come devono essere?

La resistenza per durare a lungo

Una scarpa per bambini deve essere realizzata in modo che sia durevole perché il carico che ogni giorno sopporta è maggiore. La scelta dei materiali per realizzare questi scarpe bambino deve essere molto accurata per far sì che dopo un mese non siano già da buttare. La suola in gomma conferisce ammortizzazione così da poter muoversi e saltare senza problemi. Un altro fattore che è stato studiato bene è la leggerezza così da non avere ai piedi un prodotto che appesantisce l’andatura.

La comodità per poter esser indossabili

I bambini hanno bisogno di un paio di scarpe che siano comode, se ci sono delle parti dure che possono dare fastidio o fare male non le indossano più. Per tale ragione, le scarpe bambino sono realizzate con materiali che conferiscono la massima morbidezza e leggerezza. Il piedino del bimbo è avvolto in modo perfetto con prodotti che conferiscono flessibilità alla tomaia che è sottoposta a un grande sforzo, soprattutto se il bambino ama correre, saltare, giocare etc. Un fattore che rende queste scarpa particolarmente adatte ai più piccoli è l’acciaiatura con il velcro che permette loro di indossarle da soli e toglierle senza l’aiuto di nessuno così si sentono anche più grandi. Le cuciture sono di qualità e la superficie è leggermente scamosciata.

Un dettaglio divertente che conquista

Le scarpe bambino devono anche avere dei dettagli che incuriosiscano e divertano se si vuole che diventino le loro scarpette preferite. Un’idea per rendere le scarpe apprezzate è la fantastica suola con le lucine che si accendono per via della pressione: ad ogni passo, la suola della scarpa si illumina e perciò il bambino vorrà indossarle sempre. Le luci si attivano anche con un pratico bottone. I colori disponibili soni il bianco e il nero in modo da poter scegliere la scarpa più adatta. La suola garantisce aderenza a qualsiasi tipo di terreno e il piede è sempre comodo e confortevole grazie alle imbottiture interne inserite nella tomaia.

3 occasioni in cui portare la tua borsa di lusso…a noleggio!

Le borse per il lavoro

La borsa per il lavoro non deve per forza essere seriosa ma può anche avere dei colori un po’ più sgargianti, sempre ida scegliere in base alla stagione. Infatti, le grandi maison sono solite rispolverare vecchi modelli di borse iconiche modificandone soprattutto il colore che dona subito nuova vita. Per tale ragione, un look nei colori classici del business, nero, grigio e blu, possono essere combinati da una borsa diversa che però deve comunque essere capiente da portare a spalla o al massimo a mano. Se una borsa firmata costa troppo, esiste la possibilità di prenderla a noleggio per non dover rinunciare al lusso e nemmeno al conto in baca.

Le borse per il tempo libero

Grazie al sistema dell’affitto borse di lusso, si possono trovare moltissime proposte per il tempo libero dove si è un po’ più libere, sia nei colori ma soprattutto nei materiali e nelle forme. Infatti, una borsa che va rotata nelle ore libere dal lavoro può essere anche stampata, a righe, floreale o realizzata con materiali insoliti come la maglia. Una borsa di questo tipo può essere a tracolla, un secchiello, una shopping bag, a mano o anche uno zainetto. Grazie al noleggio oggi è possibile dire di sì alle grandi firme del fashion senza finire sul lastrico.

Le borsette per la sera

Per la sera e per le tutte le occasioni importanti, le borse sono difficili da abbinare: serve un pezzo di piccole dimensioni che si possa abbinare alla tinta dell’abito oppure anche fare una scelta opposta, cioè andare a contrasto rendendo la borsetta la protagonista dell’outfit. Purtroppo non tutti hanno la possibilità economica di spendere tanto per comprarsi un pezzo unico. Per risolvere il problema c’è l’affitto borse di lusso così da avere per un periodo limitato di giorni una pochette che completa alla perfezione il proprio look, qualsiasi sia l’occasione a cui si deve prendere parte, diventando un modello di it girl.