Prestiti veloci anche senza lavoro fisso

Oggi sono sempre più numerosi gli istituti di credito e le società finanziarie che offrono la possibilità di accedere a prestiti veloci senza busta paga, al fine di incontrare le esigenze e le richieste dei lavoratori in difficoltà e di chi si trova in situazioni critiche, quali possono essere la cassa integrazione o la prestazione d’opera con forme contrattuali atipiche. I prestiti veloci possono essere richiesti generalmente online, vengono erogati in un tempo massimo di 48 ore, e spesso molto meno, e offrono un’estrema rapidità nella procedura proprio per la particolarità di gestire gran parte del lavoro tramite web.

In genere, l’ente erogatore verifica, prima di tutto, la situazione creditizia del richiedente, al fine di accertarsi che non abbia situazioni pendenti in corso, che non sia un cattivo pagatore e che non figuri nell’elenco dei protesti. Il richiedente può compilare direttamente il form online, messo a disposizione dalle società che propongono questo servizio, e attendere di essere contattato da un consulente, per definire gli estremi del prestito, entro tempi di solito davvero molto brevi.

Per ottenere i prestiti veloci senza busta paga di solito è sufficiente inserire tutti i dati richiesti nell’apposito modulo online, inserendo oltre ai dati personali l’importo che si desidera ottenere, il piano di ammortamento per la restituzione e le informazioni relative al proprio reddito, che non devono consistere necessariamente negli estremi della busta paga. Dopo l’invio del modulo, un consulente finanziario valuterà la situazione del richiedente e stabilità fin da subito se sussistono i requisito per l’ottenimento. Il vantaggio di questo tipo di prestito è la rapidità di invio delle informazioni, che permette di ridurre notevolmente i tempi e di poter definire con maggiore precisione quale prodotto può essere indicato per soddisfare le diverse richieste.

I prestiti veloci senza busta paga richiesti tramite modulo online passano attraverso la Centrale Rischi Informazioni Creditizie, alla quale l’ente erogante si rivolge per verificare lo stato del richiedente e rendersi conto se vi siano situazioni di insoluto o di protesto. La risposta, positiva o negativa, in merito all’erogazione del prestito avviene sempre online, entro un periodo molto breve.