Quanti tipi di amianto i sono, quali sono le differenze e il loro livello di pericolosità

L’amianto è un tipo di materiale che si è rilevato molto pericoloso per la salute sono all’inizio degli anni novanta, da quando è stato vietato il suo utilizzo. È però ugualmente importante conosce le tipologie di amianto che esistono perché non è raro andare incontro a dei materiali che lo contengono. In passato, infatti, è stato molto usato l’amianto e oggi capita di trovarlo in edifici e non solo perciò meglio chiamare subito degli specialisti in bonifica eternit Roma. Ecco le diverse tipologie a cui fare attenzione.

L’amianto di tipo compatto

L’amianto, detto anche asbesto, è compatto nel momento in cui le sue fibre sono contenute in una matrice solida che può essere cementizia o anche vinilica. In base alla scelta dei due, si ottiene il cemento amianto o il vinil amianto. Le applicazioni di questo tipo di materiale possono essere davvero moltissime poiché uno dei principali vantaggi dell’amianto è l’ottima capacità isolante. Una tipologia molto nota di amianto vinilico è l’eternit che è stato usato moltissimo per realizzare le coperture dei tetti. L’eternit, se è in buono stato di conservazione, non rappresenta un rischio alto ma è comunque meglio sentire al più presto una ditta specializzata in smaltimento e bonifica eternit Roma.

L’amianto di tipo friabile

L’amianto a matrice friabile non ha nessun tipo di contenimento per le sue fibre che sono davvero molto dannose. Questo materiale veniva usato moltissimo per isolare al meglio le case, inserendolo nel tetto o anche nel cappotto termico. Le caldaie e i frigoriferi venivano riempiti di amianto friabile per migliorare l’isolamento. Un’azienda che opera nel settore dello smaltimento e della bonifica eternit Roma deve essere contattata subito perché la pericolosità dell’amianto di tipo friabile è molto più alta rispetto all’altro tipo, perché le fibre sono molto più libere perciò è più facile inalarle. Chi ha lavorato in passato con questo tipo di materiale, è molto facile, purtroppo, che sviluppi patologie pericolose come il mesotelioma o l’asbestosi.